carol alt

Che fine ha fatto Carol Alt?

Sono andata ad un evento trendy sulla bellezza femminile organizzato da una nota rivista di moda. In apertura inizia a parlare un filosofo stagionato ma dal look shabby-chic (giacca destrutturata, jeans, scarpe da ginnastica): non sia mai che la cultura possa sembrare paludata. Ci sta.

Il suo è tutto un esaltare la bellezza interiore, che, si sa, la bellezza di gioventù, insomma ecco, è innegabilmente attraente, però…anche le quaranta-cinquantenni dicono la loro perché hanno la luce dentro. Come sua moglie, che è stagionata ma ancora una gran gnocca.

Platea di quaranta-cinquantenni visibilmente soddisfatta.

A seguire breve dibattito tra nota e professionale presentatrice tv glam-vegan, giornalista e donna manager ramo cosmetici. Eh sì, come la bellezza interiore non ce n’è.

Ad un certo punto chiedono: “Domande?”

Ed è allora che dalla prima fila si alza una signora sui 70, occhiali, capello bianco e look sportivo che fa:

“Ma dove vivete? Ma se sulle riviste ci propinate ventenni a più non posso, di cosa state parlando? Sembra che viviate su Marte!”

Gelo in sala. A me scappa da ridere.

Inutili i tentativi della brava presentatrice di far ragionare la signora. E’ incavolata nera, non la si smuove di un millimetro.

“Non è vero.” – ribadisce la manager. “Le clienti più spendaccione in creme antirughe sono proprio le over, che noi vogliamo attrarre in ogni modo.”

“Sì, ma non ci rappresentate!” – rintuzza la signora, granitica.

Vai, sciura, sei tutte noi!

 

A questo punto la brava presentatrice racconta che in effetti in Svezia di modelle over 50 se ne vedono tante sulle riviste e che non sarebbe male se la stessa cosa succedesse anche in Italia.

“Ecco, che modello di donna over abbiamo noi, qui?” – le fa eco la signora.

Riflessione che rimane sospesa per qualche minuto, finché non entra in sala l’ospite successiva.

Non appena ne intravediamo la sagoma, la folla si apre in due che nemmeno Mosé con il Mar Rosso.

Da dietro sembra ancora la supermodella stellare a cui sapevamo di non poter mai somigliare. Da davanti è ancora meglio.

56 anni – ripeto 56 anni – e un fisico da paura.

Carol Alt

 

carol-2

 

Carol racconta che a 32 anni è entrata in crisi dopo essere stata rifiutata da un cliente per una modella più giovane. Dopo un momento di sbandamento ha capito di dover correre ai ripari. E’ andata da un nutrizionista che le ha sconvolto le abitudini alimentari e con il tempo è diventata non vegetariana, bensì crudista. Oggi ha un programma su Fox (“A Healthy You & Carol”) in cui dispensa consigli su alimentazione, antiage e bellezza.

immagine

 

Voi direte: Carol Alt era strafiga da giovane ed è strafiga da meno giovane.

Vero.

Però è molto simpatica, alla mano e coinvolgente. E secondo me dice delle cose giuste.

Che dobbiamo avere cura di noi e la salute viene prima di tutto, anche per le strafighe.

Poi a lei essere sana dentro serve per essere una splendida over50 fuori e fatturare in TV.

A noi invece, essere sane dentro serve per stare bene.

E quando una sta bene (per es. senza la panza gonfia e le varici che ti vengono quando sei in sovrappeso oppure con un corpo sodo perchè fai un minimo di ginnastica) si sente a suo agio e quindi è subito più simpatica, più sicura di sé e perciò più bella.

Comunque non si scappa. Quando una top model over40 ritorna in circolazione dopo un periodo di sparizione o si è sposata bene come Carla Bruni o è diventata una guru del natural well being. E un motivo ci sarà.

 

P.S.: arriverà un giorno in cui ci stancheremo di essere belle a tutti i costi. Magari faremo come quelle signore che al mercato danno del tu a tutti e danno in escandescenze, perché ormai di essere simpatiche non gliene frega niente. Ma forse allora avremo il trip di essere sempre eleganti. Oddio, non se ne esce 🙂