entrare nel giro giusto

Fammi entrare nel tuo giro giusto

Questa canzone è del 2008 e ad ascoltarla oggi sembra scritta da un veggente (in realtà si chiama Bugo ed è un cantautore), come se sapesse già cosa sarebbe diventato fare amicizia dieci anni dopo.

Noi non facciamo amicizia, facciamo networking.

 

I miei contatti son sempre gli stessi
Potrò mai averne diversi
Qualcuno che non sappia chi sono
Se nella cassaforte io tengo dell’oro

 

Fammi entrare per favore
Nel tuo giro giusto
Ho bisogno di socializzare
Di uscire dal mio guscio

Io devo uscire dalla mia alienazione
Ti chiedo se mi fai promozione
Una buona parola per conoscere gli altri che
Che mi sembrano sempre più felici di me

 

Fammi entrare per favore
Nel tuo giro giusto
Ho bisogno di socializzare
Di uscire dal mio guscio

Se frequento te
È la volta giusta che trovo uno spazio per me
Se frequento te
Se frequento te
È la volta giusta che trovo uno spazio per me

Fammi entrare per favore
Nel tuo giro giusto
Ho bisogno di socializzare
Di uscire dal mio guscio

 

Fammi entrare per favore
Fammi entrare per favore
Fammi entrare per favore
Fammi entrare per favore
Nel tuo giro giusto

 

 

Le parole di questa canzone descrivono perfettamente come girano “le amicizie” oggi.

 

C’è un giro giusto in cui tutti sembrano più felici di noi.

Non parlo di chi è fisicamente vicino a noi, perché quelli esistono ma facciamo fatica  a vederli. Infatti tendenzialmente le persone andiamo a cercarle dentro a un cellulare.

Se su Facebook già ci sembra che tutti siano più felici di noi su Instagram poi non abbiamo scampo.
Scampo dalla felicità, bellezza, fighezza, coolness di personaggi, location, accessori fashion, foodporn stellato.

Su Instagram la vita è sogno e i sogni aiutano a vivere meglio, specie se per qualche motivo sei insoddisfatta della tua vita o anche solo della tua giornata.

Su Instagram tutti sono fighi e sembrano frequentare solo gente figa in posti fighi. Usano hashtag fighi e in alcuni casi pubblicano foto fighe con didascalie chilometriche, che descrivono sentimenti di plastica, ma così di plastica da finire direttamente nella differenziata.

Persino la iella è epicizzata: sentimenti fisiologici di tristezza e delusione vengono sempre comunicati nella loro versione “I will survive”.

Però se la mia giornata è stata pesante e ho un po’ freddo alle ossa, che male c’è a rifugiarmi sotto il piumone a cercare consolazione nel giro giusto di Instagram?
 

E’ in questo giro giusto di gente più felice di noi che vorremmo entrare.

Noi in quello degli altri. E gli altri nel nostro.
 
Siamo subissati di richieste di contatto persino su Linkedin, che dovrebbe essere uno strumento di networking professionale attendibile. E invece ci scrive gente che fa un lavoro che non ha nulla a che vedere con noi, senza nemmeno un messaggio di presentazione. Dobbiamo diventare le figurine Panini del loro album personale: vogliono entrare nel nostro giro giusto e farci entrare nel loro.

 

 

Siamo tutti così impegnati ad entrare nel giro giusto che ci siamo dimenticati che

 

fare amicizia è un’altra cosa.

 
Richiede tempo, disponibilità, dedizione.

Richiede che spostiamo qualcuno dei nostri mille impegni per trovare il tempo di coltivare un rapporto.
 

Richiede che ci interessi qualcun altro al di fuori di noi. Del lavoro, della nostra famiglia (ci mancherebbe!), del nostro yoga/pilates.
 
Richiede la fatica di prendere dei mezzi per vedersi in centro e farsi una pizza insieme, oppure di tirare fuori l’auto e andare a trovare qualcuno, anche se hai lavorato tutto il giorno.
 
Richiede lo sforzo di usare il cellulare non per mandarsi un messaggio WhatsApp, ma per telefonare, far sentire la propria voce e chiedere:”Come stai?”.
 

Invece al primo ostacolo molliamo il colpo. E preferiamo chiedere l’amicizia  su Facebook.

Per entrare nel giro giusto. Ma virtuale.

 

 

 

Leggi anche:

Come farsi un’amica dopo i 40 anni #dilloanoi
Amiche di 40 Spesi Bene
Come si fa a restare amiche per sempre
Frenemies: le amiche stronze di cui non puoi fare a meno
Come trovare il tempo di uscire con le tue amiche