frenemies amiche stronze

Frenemies: le amiche stronze di cui non puoi fare a meno

Alle medie avevo una cara amica, Carlotta, bella, brava e intelligente. Un giorno, durante un compito in classe di francese, le ho chiesto un suggerimento e lei me l’ha passato, scrivendolo su una gomma. Alla restituzione del compito ho poi scoperto che me l’aveva suggerito sbagliato e lei invece aveva scritto giusto.

Ci sono rimasta malissimo, non le ho più chiesto niente e ho capito che questa ragazza si sentiva in competizione con me. Eppure siamo rimaste amiche anche per molti anni dopo.

 

Carlotta è stata la mia prima frenemy, quella’amica che ogni tanto ti tira un colpo basso perchè ti soffre un po’, magari nulla di serio, però insomma.

 

Avere una amica-nemica non è un fenomeno che si esaurisce nell’adolescenza.

Questi rapporti di amore-odio a seconda del vento che tira accadono anche a 40 anni, per non dire poi dopo i 70! Pensate alle sorelle/cognate/compagne di bridge che riescono a duellare in punta di fioretto anche nella quarta età! Eppure sono sempre insieme, come se i piccoli dispetti le facessero sentire più vive.

 

Ma da cosa si riconosce una frenemy?

Ecco alcuni segni inequivocabili:

 

  • Il primo è chiarissimo: dopo che vi siete viste, non ti senti allegra, piena di energia o comunque supportata. Ti senti inquieta, insicura, hai il dubbio che ci sia qualcosa di sbagliato in te, qualcosa che non funziona. Colpa forse di una frase sibillina che la tua amica ha buttato lì – casualmente – alla fine di una lunga lista di complimenti. Oppure di un consiglio non richiesto ad evidenziare un problema che lei vede in te, o di un pettegolezzo riferito “a fin di bene” (grande classico).
  • una vera amica celebra con entusiasmo un tuo successo, una frenemy no. Magari formalmente sembra condividere il tuo entusiasmo, ma nei fatti non ti fa un complimento che magari ti hanno rivolto molte altre persone. E non torna mai sull’argomento.
  • se tu vuoi migliorare, intraprendere una nuova attività, progredire verso un cambiamento positivo lei fa di tutto per tarparti le ali. Quel nuovo lavoro che tanto ti interessa non fa per te, la gente non ti stima, cambiare non ti servirà a niente. La frenemy tipicamente cerca di screditare ogni nuova iniziativa che non capisce o potrebbe farti crescere più di lei.
  • ad un’amica puoi confidare qualsiasi cosa, ad una frenemy no. Dopo un po’ che vi frequentate capisci che non le puoi dire tutto, che la tua trasparenza potrebbe essere usata contro di te. Tipico il caso delle confidenze rivelate urbi et orbi.
  • un’amica ti aiuta concretamente quando hai bisogno. La frenemy parla molto, magari si fa viva quando le serve, ma poi sparisce quando hai bisogno di una mano. La frenemy esibisce l’amicizia ma non la vive.
  • insomma, una vera amica tira fuori il meglio di te, una frenemy il peggio.

 

Se ti riconosci in almeno due delle situazioni descritte allora complimenti:

è probabile che la tua amica sia una frenemy.

Che fare allora?

 

Sarebbe facile dirti di troncare l’amicizia ed  in effetti è una soluzione. Però però…se restiamo amiche di una frenemy vuol dire che c’è qualcosa di più profondo che ci lega a lei, qualcosa di buono.

Forse sarebbe il caso di riflettere con onestà per capire quali motivazioni tengono in piedi la vostra amicizia. E potrebbero essere molto buone.

 

frenemy

 

E poi ti faccio una domanda:

hai mai messo in pratica uno di questi comportamenti da frenemy?

No?  Sicura sicura?

Hai mai pensato che anche tu potresti essere (stata) l’amica-nemica di qualcuna?

 

L’amicizia tra donne assomiglia a una storia d’amore in cui si incontrano affinità, intimità e competizione.

 

Non sono una psicologa, ma credo che sia proprio quando è la competizione a prevalere che si spezza l’equilibrio.

 

 

Leggi anche: Tutte abbiamo un’amica che non lo è più , Come farsi un’amica dopo i 40 anni e tutti i post sull’amicizia

www.swarovski.it