Ivana Di Martino

Ivana Di Martino: una super runner mom per #werun4kids!

Ivana Di Martino ce l’ha fatta!

Un’altra volta la nostra “super runner mom”, come ormai la chiamano anche oltre confine, ha raggiunto il suo obiettivo, frantumando con il sorriso ogni suo record precedente.

E’ partita lo scorso 11 maggio sotto la pioggia battente di Milano e ieri, dopo soli 13 giorni ha tagliato uno dei suoi traguardi più ambiziosi arrivando a Bruxelles…di corsa.

Sì, avete proprio capito bene: Ivana corre e cammina, cammina e corre per 909 km, sorride, dialoga, saluta tutti noi che la sosteniamo e stringe nel cuore un messaggio profondo e drammatico che ha voluto consegnare di persona ai grandi della Comunità Europea, proprio là dove essa ha sede.

Troppi bambini (1 su 4 dicono le statistiche) in Europa vivono sotto la soglia di povertà e non possono godere di benefici essenziali nel proprio quotidiano, a partire da un pasto nutriente ed adeguato alle proprie esigenze di crescita, un’abitazione dignitosa, la possibilità di essere istruiti e di giocare serenamente.

Bisogna fare qualcosa!

Ed allora, Ivana – la mia amica, Ivana, lo dico riempiendomi d’orgoglio – indossa le scarpe da corsa, sfida salite, discese, intemperie e parte, supportata dalla Fondazione Banco Alimentare italiana e da tutte le affiliate che incontra passando per la Svizzera, la Francia ed il Belgio e vince! Arriva nel cuore dell’Europa con la sua forte motivazione stretta in pugno.

ultimo traguardo a bruxelles

Dice che la sua fatica non è nulla, se paragonata alle sofferenze dell’infanzia in certi angoli bui della nostra società, troppo spesso cieca e superficiale o semplicemente troppo pigra e adagiata su comodità scontate per andare a fondo del problema.

Quanta energia è in grado di trasmettere questa esile mamma, che, sembra alimentare la propria forza ogni volta che tocca terra per compiere un altro passo?

Ivana non è nuova ad imprese eccezionali, basta sbirciare il suo blog per avere un’idea di quanta strada abbia macinato negli ultimi anni consumando le suole in difesa del bene altrui, io stessa ve ne parlai lo scorso autunno in occasione di un evento milanese (Women Night Run).

Un esempio di come, superati gli “-anta”, si possano aprire scenari emozionanti, travolgenti, fatti di passione, essenzialmente, e motivati dal desiderio di spendersi per tutti coloro che amiamo.

ivana 1

Certo, Ivana possiede doti fisiche particolari, ma la sua determinazione, caparbietà e fortissima volontà sono il combustibile più efficace, la cui miscela, innescata dal forte amore che riempie il suo cuore, produce i risultati eccezionali che conosciamo.

Parlandole al telefono un paio di giorni prima della partenza, si è commossa per la mia sincerità nel manifestarle ammirazione sia per la valenza morale sia atletica del gesto che stava per compiere. E la sua felicità, alla partenza era contagiosa!

Sono orgogliosa di aver percorso con lei i primi km, posso dire di aver calcato ben l’1% del percorso e, vi giuro, ho fatto veramente fatica a non seguirla oltre mollando tutto all’avventura!

Screenshot_NormalAppImage(2)
Quella in fucsia sono io!!! (Foto Canottieri Milano)

Ma è proprio così, cara Ivy, ti ammiriamo e – lo sai – ti invidiamo un po’ tutte noi, tue coetanee, che, per quanto attive e sportive forse non sempre abbiamo il coraggio di insistere per seguire i nostri sogni, frenate, a volte, anche dalla paura della fatica fisica.

Però, stanne certa, per molte di noi – spero moltissime – si tratta di invidia positiva, da tradurre in voglia di fare!

Attenta, perché al prossimo giro potrebbe non essere sufficiente un camper al tuo seguito, ma dovremo organizzare un vero corteo attrezzato!