Photo Credit: Paul Hocksenar

Le 10 regole della felicità per la single di ritorno

Con il mio curriculum di madre single e separata da 8 anni posso ben dire di avere qualche dritta per chi da poco si trova in quella condizione che per me è normale. Basta musi lunghi, vai col tango!

  1. La fine di un matrimonio è un fallimento. Togli le foto della cerimonia, piangi sola o con le amiche, quanto vuoi, senza vergogna. Fa bene.
  2. Non credere di essere solo vittima: pensaci bene, anche tu hai sbagliato qualcosa e prendine atto una volta per tutte. La colpa è sempre di entrambi, non mascherarti dando la colpa all’amante. Se ti ha lasciato lui vuol dire che mancava qualcosa tra di voi, se lo hai fatto tu , idem. E’ ora di ammetterlo.
  3. Fai spazio alla nuova te: butta tutte le cose di lui negli scatoloni, sistema gli armadi e le scarpe, rinnova il guardaroba, lascia le merendine dei tuoi figli in cartella e scappa dalla tentazione di mangiarle. E soprattutto metti le mutande della nonna nella raccolta indifferenziata. Pancere e completi bicolor lasciamoli a chi non si prende cura di sé. Perché in tutta sincerità: qualcuna di voi ha ancora voglia di scappare dal cacciatore di Biancaneve??? Se avete budget shopping selvaggio da Victoria Secrets, altrimenti tutta la vita con i completini sexy di Intimissimi a € 40!
  4. Sorridi, guardati, studia il tuo lato A e il tuo lato B: se sei decisa tutto sarà perfetto, nessuno osserverà i tuoi difetti (però se hai due minuti per correggerli, fallo)
  5. Non circondarti di donne single deluse, madri depresse e catastrofiche (“No, pensa ai tuoi figli, sopporta, le corna si hanno e si fanno , ma al secondo giro sarà uguale”), gente negativa. Siamo nel 2015: hanno appena chiuso gli ospedali psichiatrici. Magari potrebbero avere anche ragione, ma ci penseremo poi, intanto iniziamo a rivivere.
  6. Non iniziare mai un appuntamento chiedendogli lo stato civile: o sono balle, o .. boh
  7. Sii subito te stessa. Battute, gomiti alzati mentre mangi, finte occupazioni o titoli: siamo al secondo giro, non perdiamo tempo.
  8. Parla tranquillamente dei tuoi figli, ci sono e ci saranno sempre, probabilmente per entrambi.
  9. Se senti un’alchimia fai sesso, non tirarti indietro. Hai 40 anni, sai quello che vuoi, non rimpiangerlo, qualsiasi cosa sia TU LO VUOI. Una notte, un brivido, la sensazione che possa essere la storia che aspettavi? Niente giudizi né pregiudizi.
  10. Vacanze? Vivere insieme? Aspettiamo un attimo: già le nostre famiglie di origine sono dei condominii..e adesso c’è pure l’IMU!!