chat WhatsApp di classe

Ph. credit M. Stroganova

Oggi mamma esce dal gruppo (WhatsApp)

E alla fine QUEL giorno è arrivato.

Sembrava così lontano, solo una vaga idea di futuro anteriore, che invece è prossimo, anzi oggi.

 

Oggi è il giorno in cui tuo figlio finisce le elementari e tu potrai uscire dalla chat WhatsApp di classe.

 

All’inizio la chat è stata una mamma dal cielo, una soluzione veramente utile a mille problemi, un modo per aiutarsi tra genitori, per tenere informati anche quelli che per motivi di lavoro frequentavano meno la scuola.

Ma poi, piano piano ed impercettibilmente, è diventata la voce del tuo Grillo Parlante.

Chip chip, allarme rosso!

Cosa sta succedendo, cosa stai dimenticando, qual è l’urgenza?

 

Quante volte l’uccellino ti ha disturbato mentre stavi lavorando o riposando o facendo l’amore?

Quante volte hai sbuffato dicendoti che tanto il messaggio l’avresti letto dopo, ma poi lui restava lì, silenzioso, a ricordarti che forse era una cosa urgente, forse un problema, forse qualcosa che non poteva aspettare più di pochi secondi per essere letto?

Hai provato a silenziare la chat di classe, di catechismo, di sport, ma la lucetta lampeggiate del tuo smartphone sembrava bisbigliare sono quiiiiiii.

E tu ti stai perdendo qualcosa.

 

 

Ma una brava mamma non si perde mai niente.

Una brava mamma sa tutto dei compiti, risponde a chi glieli chiede.

Una brava mamma sa a che ora c’è la recita e quanto costa il pullman della gita.

Una brava mamma condivide – con gioia – le foto di classe.

Una brava mamma sa tutto, perché lo legge su WhatsApp.

Una brava mamma che legge WhatsApp capisce cosa è urgente, cosa è importante e cosa è utile: semplicemente tutto quello c’è su WhatsApp.

Una brava mamma a volte sta zitta – per fortuna – quando in chat parte la rissa tra colleghe.

Ma poi ci pensa, ci resta male. E un po’ invidia quell’altra mamma temeraria che ha avuto il coraggio di uscire dalla chat di WhatsApp perché voleva silenziare il brusio di fondo, l’interruzione dei pensieri, lo sfiancamento delle domande non necessarie.

 

Oggi è il giorno in cui esci dalla chat di WhatsApp.

All’inizio è un sollievo, come diventare grandi.

Ma poi alla fine è anche un piccolo lutto.

 

Perché smetti i panni della “mamma di” e resti solo tu, con il tuo bambino cresciuto. Indossi l’elmetto della prima media e metti via il cellulare, lontano dalle mamme ansiose ma anche da quelle simpatiche che ti hanno dato una mano in questi anni.

 

Abbandona gruppo.

Basta un clic.

 

 

Fino alla riunione della prima media quando qualcuno ti farà compilare un modulo per raccogliere i contatti dei genitori e un sabato pomeriggio, mentre stai leggendo un libro, sentirai un suono.

Chip chip!

 

Aprirai il cellulare e leggerai di essere stato aggiunto al gruppo “Prima Media”.

E la storia continua…

 

 

Ridiamoci su!

 

Leggi anche: Tutto quello che sono l’ho imparato agli scout + tutti i post a tema Figli