semi di chia

Semi di chia: calcio vegetale da mangiare tutti i giorni

Negli ultimi tempi sono diventata un’amante dei semi di chia, un alimento che non manca mai nella mia cucina.

Non sono una gran cuoca, ma mi piace mangiare sano e la chia, come molti altri semi che utilizzo quotidianamente, è facile e veloce da utilizzare in varie preparazioni, anche dell’ultimo minuto.

 

Perchè consumare i semi di chia

I semi di chia si ricavano dal fiore di una pianta originaria del centro America, la Salvia hispanica. Questa pianta veniva già coltivata in epoca precolombiana e i suoi semi erano molto apprezzati per il loro valore nutrizionale. “Chia” è il nome dato loro dagli Aztechi e significa “forza”.

Sono una fonte vegetale di calcio (leggi qui per conoscere altre fonti vegetali di calcio). Inoltre contengono acido alfa-linolenico , ovvero Omega3. 2 grammi al giorno di semi di chia sono sufficienti a tenere sotto controllo il colesterolo. Qui tutte le informazioni nutrizionali.

 

Come utilizzo i semi di chia

Potrei proporvi ricette elaborate, ma la verità è che i semi di chia sono facili da inserire in qualsiasi piatto o abitudine alimentare.

 

  • Innanzitutto li uso nelle zuppe e nel passato di verdura, anche per i bambini, al posto della pastina. Non devo nemmeno cuocerli. Preparo il minestrone, lo frullo, aggiungo una quantità di semi di chia a piacere e il gioco è fatto. I semi assorbono i liquidi, si gonfiano e sotto i denti hanno una consistenza piacevole. Saziano molto.

1-20170117_110839

 

  • Sono uno spezzafame eccezionale. Mentre cucino, anzichè mangiare una fetta di salame (che poi immediatamente chiama all’appello un bicchiere di rosso), ne prendo un cucchiaino da caffè. Hanno un sapore piuttosto neutro, ma sono croccantissimi e nello stomaco si gonfiano subito formando un gel. La fame cattiva, che fa sragionare, passa subito.

semi di chia

 

  • Li aggiungo allo yogurt per la merenda o la colazione. A volte anche al muesli. E’ una colazione super energizzante pronta in tempo zero.

20170119_131737

 

  • Ogni tanto preparo un budino di latte (più o meno denso a seconda delle quantità) e semi di chia. Scaldo il latte, aggiungo 2/3 cucchiaini di semi e lascio riposare. Il sapore assomiglia molto a quello del riso e latte dei nostri nonni. Volendo si può aggiungere un po’ di miele o altri ingredienti a piacere e la merenda è pronta.

20170119_134151

 

  • Li spruzzo sull’insalata, al posto dei crostini, che spesso sono un po’ troppo grassi. Arricchiscono l’insalata di nutrienti e la rendono più allegra.

20170119_131926

 

Dove acquistare i semi di chia

Non è difficile trovare i semi di chia, il punto è che devono essere bio, altrimenti il beneficio del mangiar sano va subito perso. (Per esempio, io mi guardo bene dall’acquistare al supermercato lo zenzero cinese).

Se anche voi avete voglia di inserire i semi di chia nella vostra dieta di tutti i giorni, potete provare quelli della Bioglan® Superfoods, usati in queste ricette del post, che sono bio e vengono dal Sud America (Ecuador e Paraguay).

Potete chiedere il vostro campione gratuito di questi ed altri prodotti bio a questo link.

I semi vi arriveranno in questi busta, pratica da aprire e chiudere, con tutte le informazioni nutrizionali e i suggerimenti di utilizzo. Inoltre, sul sito Bioglan troverete altre ricette per integrarli nella vostra cucina.

semi di

Buona salute a tutti!

 

Leggi anche: Cucina naturale: cos’è e cosa comprare per mangiare sano